Analisi posturometrica

Analisi posturometrica: esiste davvero una postura corretta?

Ne abbiamo parlato con gli specialisti del team di Benessere.sm

Analisi posturometrica

Nessun corpo è perfetto. Esiste però una condizione che è la migliore per quella persona. 

Possono esserci adattamenti o apparenti imperfezioni posturali, però esiste una postura che il nostro corpo riconosce come la migliore per sé.

Spesso dolori, fastidi e tensioni muscolari possono portarci ad assumere una postura diversa da quella ideale, pertanto attraverso un’indagine posturometrica è possibile comprenderne la causa.

Indice

Cosa viene misurato in un’indagine posturometrica?

“Vengono analizzati i carichi e le oscillazioni della persona. Alcune persone manifestano uno squilibrio di carichi, anche di parecchi chili da una gamba all’altra, senza rendersene conto.

È per questo che quando si oltrepassa il proprio limite personale si manifestano dolori o patologie.

Il sistema nervoso centrale funziona come un computer, se abbiamo un difetto visivo, un problema dentale, un appoggio scorretto o altre situazioni particolari, vengono alterate le informazioni al nostro sistema nervoso che possono causare seri problemi”.

giovanni-bandini-lara-gut-behrami

Foto di Giovanni Bandini (Tecnico di Posturometira) con il team di Lara Gut-Behrami dopo la conquista della coppa del mondo di Sci.

Foto con Giovanni Bandini, Tecnico di Posturometria, con il team di Lara Gut-Behrami dopo la conquista della coppa del mondo di Sci

Ci può fare alcuni esempi delle diverse problematiche che si possono riscontrare?

“Una persona può vedere perfettamente da vicino e da lontano, ma se la muscolatura dell’occhio fa fatica a coordinare il movimento dei due occhi, instintivamente cambia l’atteggiamento del capo e si possono manifestare dolori cervicali.

Le persone che hanno una cattiva occlusione, come per esempio una mancanza di denti, un affollamento dentale o una deglutizione scorretta, cambiano anche in questo caso la posizione del capo e la curva cervicale.

Questa posizione scorretra, o meglio di compensazione, può portare e dolori ricorrenti e nel tempo anche a serie patologie. In questi casi infatti è possibile ricorrere all’utilizzo di bite o sedute di ortodonzia.

Un’altra situazione ricorrente, sono tutte quelle persone che soffrono di vertigini, le cui cause possono essere veramente diverse.

Il maggior controllore dell’equilibrio sappiamo che è il vestibolo ovvero il canale interno dell’orecchio.

Facendo un’indagine posturometrica si riesce ad indentificare in base all’oscillazione dove ha origine il problema, pertanto è più facile procedere per lo specialista.

Un’altra enorme richiesta dell’indagine posturometrica è sicuramente in ambito ortopedico e chirurgico, perché forzare una persona a stare diritta senza eliminare le cause che fanno assumere una postura scorretta, può essere davvero un rimedio peggiore del male.

Un buon ortopedico infatti è molto attento a questi risvolti e solitamente prescrive sempre un’analisi posturometrica prima di procedere chirurgicamente.

Il tecnico di posturometria inoltre può consigliare esercizi propriocettivi adeguati ad ogni situazione per favorire una corretta riabilitazione”.

 

Postura scorretta

Spesso sentiamo parlare di plantari che favoriscono una posizione corretta, cosa ne pensa in merito?

“Il tema della postura è sempre più sentito ed è per questa ragione che commercialmente stanno nascendo sempre più prodotti nel settore.

Alcuni di essi sono ben progettati e realizzati, ma non si può pensare che ogni scarpa e ogni plantare vadano bene per tutti.

Sia che si abbiano problemi specifici, sia che si vogliano prevenire, è importante la valutazione di un professionista competente che valuti l’unicità di ogni individuo.

Non esistono soluzioni che vanno bene per tutti indistintamente.

Facciamo un semplice esempio, se porto un sacco pesante sulla spalla destra, ovviamente caricherò di più sulla gamba destra, però è chiaro che la soluzione non è mettere un plantare per alleviare i carichi, ma rimuovere il sacco pesante.

Questo è quello che fa un’indagine posturometrica, comprende dove è quel sacco pesante e lo rimuove”.

Quali strumenti vengono utilizzati per l’indagine posturometrica?

“Viene eseguita con strumenti d’avanguardia ad alta precisione.

Uno di questi strumenti è la pedana Lizard, la quale viene utilizzata anche in molte Università italiane e straniere, che si differenzia da tutte le pedane in circolazione per la completezza delle informazioni e la facilità di interpretazione.

Il podolaser, brevetto italiano anche lui a larga diffusione mondiale presentato al congresso Cimec di Cuba e i soliti strumenti funzionali all’interpretazione posturale”.

Quando viene consigliata un’indagine posturometrica?

“L’indagine posturometrica viene utilizzate in soggetti sani che vogliono conoscere se ce uno squilibrio dei 4 elementi che condizionano la postura.

Inoltre viene indicata per indicare per misurare il corretto svolgimento di una terapia, o in tutte quelle persone che soffrono di dolori e tensioni muscolari ricorrenti o che riconoscono una particolare importanza alla prevenzione”.

Analisi posturometrica San Marino

CONTATTI

Strada Rovereta, 6
47891 Rovereta – Falciano
Repubblica di San Marino -RSM-

Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Compila il modulo qui sotto e saremo lieti di risponderti entro 24 ore.

CONTATTI

Strada Rovereta, 6
47891 Rovereta – Falciano
Repubblica di San Marino -RSM-

Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Compila il modulo qui sotto e saremo lieti di risponderti entro 24 ore.