Ortopedia

Dott. Burrafato, in ortopedia è davvero possibile evitare gli interventi?

“Questa è una domanda che ci viene fatta spesso, oggi rispetto a qualche anno fa, possiamo utilizzare strumenti e tecniche che in passato neanche immaginavamo.

Si cerca sempre di evitare gli interventi, ma purtroppo non sempre è possibile. In tante situazioni però siamo riusciti a rimandarli e in altre anche ad evitarli.

I trattamenti conservativi che utilizziamo maggiormente, con cui siamo riusciti a rimandare o evitare gli interventi, sono infiltrazioni locali con acido ialuronico, ozono e fattori di crescita”.

Quali patologie possiamo trattare con le tecniche da lei menzionate?

“Queste tecniche possono essere utilizzate in numerosi disturbi della colonna vertebrale, per citarne alcuni: ernie, artrosi, instabilità vertebrale, osteoporosi, crolli vertebrali, spondilolistesi, fratture cervicali, protrusioni discali, cifosi e deformità vertebrali.

Vengono utilizzate anche per le patologie del ginocchio e dell’anca come: artrosi, fratture, necrosi, dismetria, instabilità dell’anca o del ginocchio.

I trattamenti infiltrativi con acido ialuronico o depomedrol hanno sicuramente un effetto antalgico. L’acido ialuronico, ad esempio, è uno dei componenti fondamentali dei tessuti connettivi, quindi è un ottimo lubrificante per le articolazioni. Di acido ialuronico esistono diversi tipi, pertanto bisogna valutare il giusto peso molecolare da utilizzare.

Infiltrando i fattori di crescita, pappa piastrinica (PRP) e in situazioni particolari anche le cellule staminali, abbiamo riscontrato ottimi risultati nelle patologie dell’apparato muscolo scheletrico. Queste tecniche accelerano il processo di guarigione e favoriscono la rigenerazione tendinea, muscolare e cartilaginea. Sono tecniche altamente sicure perché tutto ciò che è autologo, cioè prelevato direttamente dal proprio corpo e risomministrato, non manifesta alcun fenomeno di rigetto o di reazione immunitaria avversa”.

Dove possono essere eseguiti questi trattamenti?

“Queste tecniche possono essere condotte in sede ambulatoriale, anche se in alcuni casi è necessaria una strumentazione appropriata e una sala operatoria”.

infiltrazioni-acido-ialuronico

Quando ci si trova di fronte a patologie più gravi?

“Nelle situazioni più gravi possiamo utilizzare alcune tecniche sopra indicate, ma con un supporto tecnologico ulteriore per migliorare l’esecuzione dell’intervento. Tuttavia oggi, sempre più, vengono utilizzate piccole protesi o protesi parziali, che si possono inserire in anestesia locale con soli 3 giorni di riposo presso una struttura adeguata. Queste tecniche mininvasive favorisco un recupero notevolmente più veloce e un minor dolore post operatorio.

Possiamo fare interventi in artroscopia, ovvero utilizzando uno strumento diagnostico che permette di illuminare la cavità articolare e filmare ciò che vi accade all’interno. 

Negli interventi più complessi viene utilizzata anche la chirurgia robotica a supporto dell’operatore, che migliora le condizioni esecutive dell’atto chirurgico e riesce a perfezionare al 99,7% l’esecuzione del gesto. 

Vengono utilizzati radiografici 3D ad alta definizione per visualizzare e guidare la chirurgia. Sono veramente tante le strumentazioni che oggi possiamo utilizzare in questo ambito e che ci permettono un risultato davvero importante”.

artroscopia-ginocchio

Intervento in artroscopia permette di visualizzare l’articolazione. In questo modo è possibile effettuare la diagnosi e operare al tempo stesso con lo strumento chirurgico, con un notevole risparmio di tempo e di massima precisione nell’esecuzione chirurgica.

Come possiamo capire qual è la migliore soluzione per la nostra specifica situazione?

“Con un esame radiografico si riesce a capire quale può essere la tecnica più vantaggiosa da utilizzare o se è necessario davvero un intervento chirurgico. 

Abbiamo pazienti che hanno rimandato gli interventi da oltre 10 anni, facendo costantemente trattamenti conservativi, quindi crediamo che sia sempre opportuno osservare precisamente la situazione con degli esami radiologici per poi capire quale sia la terapia migliore ed efficace da utilizzare”.

Conosciamo meglio il dott. Vittorio Burrafato

foto-vittorio-burrafato

Il dott. Burrafato Vittorio si è laureato in Medicina e Chirurgia presso Università degli Studi di Perugia nel 1995 con il massimo dei Voti 110\110 e lode. 

Ha conseguito la specializzazione in Ortopedia e Traumatologia presso Università di Firenze nel 2000 con massimo dei Voti 70\70 e lode.

Ha svolto attività di Medico Specialista Responsabile dell’unita di Ortopedia casa di cura Villa Fiorita a Prato dal 2000 al 2010 e presso la casa di cura Villa Chiara a Casalecchio di Reno (BO) dal 2008 al 2013. 

I principali campi d’interesse sono: la chirurgia Protesica e Artroscopica di Anca e Ginocchio, la chirurgia Vertebrale e la chirurgia mini invasiva di spalla e piede, l’alimentazione e Nutrizione Sportiva e la Traumatologia dello sport.

Approfondimenti

Dtrax

La chirurgia mininvasiva fornisce risultati entusiasmanti specialmente nelle fasi di recupero alle attivita’ professionali, ludiche e sportive.

Artroscopia

Intervento del ginocchio in artroscopia, una chirurgia mininvasiva di massima precisione

Epiduroscopia o Endoscopia Spinale

La tecnica chirurgica chiamata Epiduroscopia o Endoscopia Spinale è una procedura microinvasiva utilizzata per la diagnosi ed il trattamento del dolore di schiena acuto e cronico.

Consiste nell’introdurre una microsonda flessibile a fibre ottiche attraverso cui possiamo visualizzare, ispezionare e direttamente curare le strutture anatomiche, i tessuti ed i nervi contenuti nello spazio epidurale.

Chirurgia Robotica - Mazor

La piattaforma di guida robotica Mazor X™ Stealth Edition combina software avanzato, tecnologia robotica, navigazione e strumentazione

CONTATTI

Strada Rovereta, 6
47891 Rovereta – Falciano
Repubblica di San Marino -RSM-

Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Compila il modulo qui sotto e saremo lieti di risponderti entro 24 ore.

CONTATTI

Strada Rovereta, 6
47891 Rovereta – Falciano
Repubblica di San Marino -RSM-

Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Compila il modulo qui sotto e saremo lieti di risponderti entro 24 ore.